Exhibit, Performance, Presentazione

I 3 giorni funambolici a Catania

Condividi -

I 3 giorni funambolici

Dopo l’anteprima il 31 Marzo e l’Anatomia Emozionale Tour che ha portato il Trattato di Anatomia Emozionale su e giù per il Belpaese, ritorniamo a Catania, in terra natia. L’accoglienza è stata strepitosa.

Il Trattato di Anatomia Emozionale alla Libreria Vicolo Stretto

3 gli appuntamenti in programma, con 3 anime differenti e in 3 location diverse: La Presentazione editoriale alla Libreria Vicolo Stretto, l’Esposizione delle tavole originali a Tabaré Female Makers e la Performance a La Domenica del Lettore e della Lettrice per ilMaggiodeiLibri a Gammazita.

Si comincia Venerdì 18 Maggio ospiti dalle libraie di Vicolo Stretto, straordinarie paladine dell’Arte Illustrata in città, dove siamo accolti appassionatamente e supportati splendidamente. Con noi, complici a ciarlare e spudorare il Trattato: Salvatore Massimo Fazio ed Eva Scornavacche, due esperti di Scienze dotte dei Meandri della Mente. Fazio, già anticipatore mediatico del Trattato nel suo Letto, Riletto, Recensito, da moderatore è come la volpe che custodisce il pollaio: ha aizzato il folto pubblico, incuriosito prima e divertito poi, sottolineando, e forse pur confondendo, il carattere grottesco e surreale dell’opera. Eva invece, molto più felina, si è intrufolata con modi pur leggeri, nella vera essenza degli Studi di Melanio da Colìa, sottintendendo la corrispondenza delle patologie emozionali trattate ai disturbi e i loro inconvenienti psicologici, richiamando l’attenzione agli autori e miti citati, tutti illustri maestri dell’unica Scienza plausibile: La Scienza delle Arti Tutte, che comprende, Scienza, Medicina, Arte, Letteratura, Filosofia, Astrologia, Matematica, Fisica e Patafisica.

Gli autori filosoficheggiano sul Trattato con Salvatore Massimo Fazio ed Eva Scornavacche, dotti esperti di Meandri della Mente

Nel finale è Salvatore Motta, magnifico interprete ormai complice conclamato e anima scenica del Trattato, a dar voce al fantomatico Prof con la lettura di Bocca dell’Anima, delirante prefazione che illustra impulsi, intenti e metafore del Trattato e gli inauditi segreti contenuti. Applausi, risa, dediche e abbracci hanno concluso la serata.

Salvatore Motta legge la prefazione del Trattato

L’evento, rimbalzato in diretta sui social, ha richiamato nuove curiose librerie fuor dall’isola ad ambire la presentazione: Le librerie Tlon, di Roma e Milano, saranno future location in un prossimo appassionante tour lungo lo Stivale. E questa era la presentazione canonica. Vedremo poi.

La vetrina di Tabaré Female Makers

Sabato 19 Maggio è la volta dell’Exibit, volutamente sen’acca, che espone le illustrazioni originali realizzate da Virginia. I nostri ospiti, all’interno del San Michele Art Power, sono Red Liliz e Ljubiza, le Female Makers di Tabaré, favolosa bottega d’arte nel centro di Catania.

Gli autori con Red Liliz e Ljubiza, le matron di Tabaré

Una nicchia in cima alle scale accoglie il disegno della Sezione Aurea del corpo umano con le interazioni video di Andrea, in veste di Vj Lapsus per l’occasione. Il resto delle tavole fanno bella mostra al primo piano.

Che dire: gli amici più vicini hanno già visto la mostra all’anteprima, questa è la volta di numerosi curiosi e conoscenti richiamati dall’eco del web e dalla bizzarria del tema. Si snocciolano entusiasmi inaspettati e prestigiosi.

Virginia papariata dai clamorosi apprezzamenti

Tra questi quelli della dott.ssa Stefania Iannizzotto, collaboratrice della prestigiosa Accademia della Crusca, una delle più eccelse istituzioni linguistiche d’Italia e del mondo, che ci propone collaborazione per ufficializzare alla nazione i significanti dei “modi di dire” del nostro fantomatico Prof: il Trattato di Anatomia Emozionale sarà spunto e oggetto di un0 studio di linguistica e filologia della lingua italiana, pubblicati in una prossima rubrica dell’emerita Accademia.

E poi altri numerosi coinvolgimenti appassionati e spontanei. Le reazioni del pubblico son sempre le ricompense più belle, ogni volta. Le stampe con le riproduzioni delle tavole vanno a ruba. Belle parole, a volte esagerate, pure.

#LaCruscarisponde Modi di dire: Avere la coda di paglia

Sul significato dell’espressione Avere la Coda di Paglia non sembrano esserci dubbi e tutti i principali repertori lessicografici e di modi di dire ne danno pressappoco la stessa definizione: chi ha la coda di paglia sa di aver combinato qualcosa, non ha la coscienza tranquilla e, di conseguenza, è sempre sospettoso per timore di essere scoperto […] 

[“Coda di paglia”, dal “Trattato di Anatomia Emozionale”, illustrazioni di Virginia Kiki Caldarella, testi di Andrea Pennisi ‘Lapsus’ → www.trattatodianatomiaemozionale.it]

La tavola Coda di Paglia pubblicata dall’Accademia della Crusca

In serata proviamo a decantare entusiasmo e orgoglio in vino veritas con i compari di nuove improbabili avventure editoriali. Qui si scherza sul serio. 

Annachiara Di Pietro, Alessandro Arena e Red Liliz, improbabili autori di prossimi volume dell’ipotetica collana editoriale di Peruzzo Editoriale curata da Andrea 

Domenica 20 Maggio. È la Domenica del lettore e della lettrice. Il cielo piove. La mattina succede di pomeriggio. Raduniamo i formidabili musici e interpreti dell’azione performativa, già provati e collaudati per improvvisare sulle parole dell’illustrissimo e rappresentare il Trattato in forma concerto. Un nuovo studio.

Ordi l’Alchimie, ovvero Dario Chillemi, ha approntato il suo portentoso Emoziofono con le parole di Melanio, rubate a voci volanti. Si alterneranno alle parole vive dell’ormai nostro fidato narratore Salvatore Motta. A completare il combo: Giuseppe Lombardo, distorsioni ed effetti; Antonio Aiello, contrabbasso; Riccardo Gerbino, tablas; Mahara McKay, butterfly dance. I visuals sono di Vj Lapsus che manipola e reinterpreta le tavole del Trattato.

Ordi l’Alchimie e Vj Lapsus collaudano l’Emoziofono a Femminamorta

Spiove, i tecnici e volontari di Gammazita, fautori de ilMaggiodeiLibri a Piazza dei Libri, coraggiosi guerrieri che hanno conquistato un quartiere abbandonato al degrado rivalutandolo con azioni di Arte e Cultura sociale, fanno le acrobazie di rito per allestire un improvvisato palco in strada, viziandoci a vino nel contempo.

Vj Lapsus dirige i musicisti al reading concerto a Gammazita

Cala il buio, si accende la scena. La prima parte del concerto è in forma di reading, sul testo di Bocca dell’Anima. Le parole si fondono ai suoni e alle immagini in movimento. È l’introduzione alle reinterpretazione emozionale di 4 quadri scelti: Testa tra le Nuvole, Ingoiare il Rospo, Occhi Dolci e Farfalle nella Stomaco, quest’ultima con la leggiadra e svolazzante interpretazione di Mahara McKay, che danza in bianco sulle immagini volanti e sui ritmi evocativi del combo. È incredibile: è un successo anche tra il pubblico.

Gli applausi tra gli abbracci e commozione in scena è una scena memorabile.

Mahara McKay danza sulle immagini di Vj Lapsus (ph Renato Ventura)

Tre giorni strepitosi e funambolici in Terra natia. Ci sentiamo come non mai profeti pure in patria. Grazie!!!

 

 

Senza categoria

Dalle Prefazioni

Condividi -

“Un’invenzione, ispirata dalla magia e dal sogno, scritto versando lacrime e risa, col giuoco della parola e l’arte del disegnar”.oroborus disegno scontornato.png“…Così l’esimio nostro collega, il professor Melanio De Colìa, ha fatto nel suo splendido trattato di Anatomia Emozionale; splendido anche grazie alle mirabili Planches della Virginea pittrice Caldarella. Ha preso alla lettera lasciando la  lettera intatta. Proprio qui sta la sottigliezza di quest’opera: il fraintendimento non oblitera l’intendimento. Anzi lo rende più profondo. Più sapido. Più sapiente. E nell’intervallo tra l’uno e l’altro brillerà la preziosa gemma dello STUPORE”. 

Stefano Faravelli, inventore del celebre Distillatore di Lacrime di Coccodrillo ©

“Ebbene, noi, esploratori dei misteri dell’anima e dello spirito, nel tentativo di colmare questa enorme lacuna, riportiamo alla luce questo prodigioso “Trattato” rinvenuto negli anfratti dell’anima del fantomatico scienziato Melanio Da Colìa, erudito di mali e terapie emozionali, redatto in epoche immaginifiche e celato fino ai nostri giorni dai dotti delle scienze razionali, che traccia una nuova mappa dei “Moti di Core” e i loro inconvenienti anatomici”. 

 Andrea Pennisi e Virginia Caldarella

 
“In virtùde del suggellar la risultanza dei magnifici studi di Scienze Emozionali e Arti Implausibili, illustriamo quest’opera pensante fatta di segni e di parole, atta a dar voce alle emozioni unendo il ludico al dilettevole. Un ricerca mitologica alla teriaca dei mali d’amor, miracoloso antidoto designato affinché le future genti possan giovarne a trovar rimedi e lenimenti alle pene e le passioni che tormentano l’anima in questo incauto e insidioso mondo”. 

Melanio Da Colìa