Sintomi, Cause e Rimedi strettamente Personali

Spiegare le ali

Condividi -

In tal morbosi tempi di quarantena, applicando gli studi emozionali del prof. Melanio Da Colìa, un’affezionata insigne, anonima seguace dell’emerito, prendendo alla lettera quanto designato alla pagina 72 del fatidico Trattato di Anatomia Emozionale, ha magnificamente ideato, stilato e illustrato una nuova corrispondenza dello “Spiegare le ali”, esplicandone gli straordinari effetti che tal rivelazione anatomica può donar a le genti in questo inaudito mondo.

Ne pubblichiamo la favolosa risultanza, incitando tutti gli appassionati di Scienze Emozionali e Arti Implausibili a escogitare e corrisponderci inediti e personalissimi modi di dire da “prendere alla lettera”, col giuoco della parola e l’arte del disegnar.

Spiegare le Ali

Spiegare (lat. erpicare): Far capire, chiarire.

Le ali portano ad una realtà superiore che non si trova né in cielo né in terra ma all’interno del nostro Essere.

Potenze leggere, enigmatiche, sono fatte per fari viaggiar in assenza di gravità fra i piani, fra i mondi, per riallacciarci a geni protettori, che procurano l’entusiasmo.

Con le ali vediamo l’Universo dall’alto, nella sua Unità: il distacco si sgrava dalle nostre meschinità, dalle nostre piccolezze, dai nostri timori infantili.

Le ali svicolano nozioni di realizzazione, elevazione e purificazione.

Si vola per trascendersi, per diventare uno spirito libero, maestro delle sue forze e di quelle dell’Universo.

“Prima di poter volare, l’anima deve fare un bagno di polvere, come gli uccelli”. Maura Del Serra

“Questo è amore: volare verso un cielo segreto, far cadere cento veli in ogni momento. Prima lasciarsi andare alla vita. Infine, compiere una passo senza usare i piedi. Solo dal cuore puoi toccare il cielo”.

Gialal al-Din Rumi

Martina

~
Potete far pervenire le vostre opere su improbabili “modi di dire” anatomici, create mischiando parole e immagini, ma anche con i più svariati linguaggi creativi di cui siete capaci, inviandoli al prof. Melanio Da Colìa:  trattatoanatomiaemozionale@gmail.com