Blog

Senza categoria

NB: notabene: Incontriamo Stefano Faravelli

Venerdì 13 Aprile ci ha portato fortuna. L’Anatomia Emozionale Tour 2018 fa tappa a Torino. Siamo ospiti alla Libreria NB: notabene, piccola libreria delle meraviglie. Elisabetta, libraia appassionata di “segni e di parole”, ha accolto il nostro titolo, “il suo best seller personale”, con grande entusiasmo.

30546362_10216088234297195_218073957_o

Il Trattato di Anatomia Emozionale in vetrina da nb:notabene

Una selezione delle tavole originali di Virginia Caldarella sono esposte tra i titoli preziosi e rari della collezione di notabene.

Con noi a introdurre l’opera, Stefano Faravelli, l’inventore del celebre Distillatore di Lacrime di Coccodrillo ©, Maestro del Carnet di Viaggio, già Magnifica firma della prefazione del nostro Trattato.

distillatore di lacrime di coccodrilloDistillatore di Lacrime di Coccodrillo ©, di Stefano Faravelli

Fabio Zanino

 

A moderarci e sollecitarci, Fabio Zanino, artista, alchimista delle percezioni, straordinario cicerone di emozioni, esperto decontestualizzatore dell’Arte in tutte le sue forme.

 

Avventori e curiosi hanno gremito lo spazio, intimo e accogliente, con grande partecipazione e divertissement,  giocando con le parole da “prendere alla lettera“, le citazioni di fiabe, miti e alchimie “mediche” e “artistiche”, trattate negli studi del fantomatico prof. Melanio da Colìa. Tutti presi da stupore, colpiti da Testa tra le nuvole, e chissà quant’altre “patologie emozionali” illustrate e descritte nel Trattato di Anatomia Emozionale

testa tra le nuuvole di Lack

Testa tra le Nuvole

Un Grazie sentito e forte alla nostra “spia” e complice emozionata, Lucia Cammarata, fantastica ambasciatrice dell’emerito.

Purtroppo assente, un complice fotografo, grazie al quale non abbiamo report che raffiguri e renda in immagine, l’entusiasmo di questa nuova magnifica accoglienza.

30224046_10216088233977187_1594316811_o

Dopo la presentazione Fabio Zanino e Stefano Faravelli vaneggiano di nuovi improbabili e fantastici “taccuini d’arte” al Riso Zafferano

 

Senza categoria

La seconda tappa: Exibit al Prot#2

  Per la seconda tappa dell’Anatomia Emozionale Tour 2018, il 7 Aprile siamo ospiti di Prot! #2  all’Elastico fa/Art di Bologna.

(Grazie a Eli Amber per la foto) Andrea Pennisi 'Lapsus' a Elastico fa:ART. picc

Gli autori in allestimento (ph Eli Amber)

Prot! form play to display – è una festa con Musica dal vivo e Arte visiva, vissuta, documentata e raccontata fin dall’allestimento dalle videomakers di Video Lab. Le tavole originali del Trattato di Anatomia Emozionale, sono state le protagoniste della Mostra. Sul palco, a condividere la scena con noi, Les Parapluies, quartetto dedito alla Chanson Française in chiave Jazz Manouche/Swing.

IMG_0388 copia

Il grattacapo dei tarli d’allestimento

Prot! Anatomia emozionale

Gli autori introducono il Prof. Melanio Da Colìa

Dopo il concerto c’è stata l’occasione di presentare brevemente il Trattato e di dar voce al fantomatico Prof. Melanio Da Colìa, grazie alla lettura Alessandro Fattorini di “Bocca dell’Anima“, funambolica prefazione dell’emerito, con gli interventi sonori di Marco Paganucci e Simone Marcandalli, rispettivamente pianoforte e chitarra dei Les Parapluies. Grazie!

IMG_0390 copia

Les Parapluies

Un Grazie particolare a Elisa per l’invito, tutto lo staff di Elastico fa/Art per la magnifica accoglienza, alle videomakers di Visual Lab per la passione del loro lavoro, e a tutti gli amici intervenuti per l’entusiasmo che ci trasmettono.

Prot Isa copia

Isa, la nostra complice al merchandising

IMG_0403 copia

E gli amici dopo gli autografi

Per noi è stata l’occasione di far Festa e far conoscere a curiosi e increduli, le risultanze delle Scienze Emozionale e Arti Implausibili, contenute nel Trattato dell’illustrissimo Prof. Melanio Da Colìa.

(Grazie a Eli Amber per la foto) — Andrea Pennisi 'Lapsus' da Elastico fa:ART. copia

Ritratto degli autori (ph Eli Amber)

ProT è il nuovo appuntamento di Elastico che mira a mostrare la parte più intima del lavoro di un* musicista e di un* artista, un evento dove Musica dal vivo e Arte visiva si incontrano nel salotto della casa elastica per dare vita ad un concerto dal vivo e ad un’esposizione simultanea, che verranno raccontati e documentati in un live clip prodotto da Elastico, girato dalle videomakers di Visual Lab e lasciato in dono agli artisti.

Prot! 7.4.jpg

Senza categoria

La prima tappa: Roma

Il Trattato di Anatomia Emozionale è stato presentato Giovedì 5 Aprile 2018 dalla Libreria Minimum Fax all’interno de Contesta Rock Hair / Testaccio, nella capitale.

Ospite e magnifica interprete a dar voce al fantomatico Prof. Melanio Da Colìa, Alessandra Laganà. L’artista e fautrice del progetto Noma insieme a Tommaso Marletta, anche lui partecipe al giocoso dibattito, ha introdotto l’opera sottolineando il rapporto tra Arte e Malattia, uno degli aspetti intrinsechi del nostro Trattato.

#30127122_1753768821313078_3789900187330150400_o

Alessandra Laganà discute il Trattato con gli autori

Un grazie particolare a Davide Manni e alla Minimum Fax che ci ha accolto con entusiasmo. Magnifica l’ospitalità e la disponibilità di Cosimo e tutto lo staff del CRH / Testaccio.

Emozionante la partecipazione del pubblico, affascinato dalle tavole originali esposte nel salone e divertito dalla presentazione che svelato i diversi intenti del progetto, “unendo il ludico al dilettevole”.

La prima è stato un successo. Grazie!!

 

Senza categoria

Anatomia Emozionale Tour 2018:

Dopo la magnifica anteprima di Sabato 31 Marzo 2018 da Open a Catania, il Trattato di Anatomia Emozionale gira lo stivale.

Fasi del Lunatico Fulminato copia

Ecco date, location e i magnifici ospiti del Tour:

Giovedì 5 Aprile 2018 h 19
Minimum FaxContestaRockHair / Testaccio

Piazza di Santa Maria Liberatrice 46 – Roma
Dileggiano con gli autori:
Alessandra Laganà, artista

Sabato 7 Aprile 2018 h 21
Prot! | Elastico fa/ART

Via dell’Arcoveggio, 49 – Bologna
Mostra delle tavole originali e performance audiovisiva
ispirata al Trattato di Anatomia Emozionale.  Live: Les Parapluies

Venerdì 13 Aprile 2018 h 18,30
nb:notabene

via Luigi Des Ambrois 2/E, Torino
Esposizione delle tavole originali di Virginia Caldarella.
Dileggiano con gli autori:
Stefano Faravelli e Fabio Zanino, artisti

Sabato 14 Aprile h 18
Libreria Verso

Corso di Porta Ticinese, 40, Milano
Dileggiano con gli autori:
Samuele Mazza, designer; Bo 130 e Microbo, artisti.
Letture di Carlo Gandini
sonorizzate da Sergio Montemagno e Tiziano Doria, tromba ed electronics.

Sabato 21 Aprile h 18.30
Modo Infoshop

via Mascarella, 24/b, Bologna
Dileggiano con gli autori:
Serena Viola, art director; Maurizio Finotto, regista.
Letture di Alessandro Fattorini
sulle note di Simone Marcandalli alla chitarra

—- 
Continue reading “Anatomia Emozionale Tour 2018:”

Senza categoria

Anteprima di presentazione da Open, Catania

Il Trattato di Anatomia Emozionale è stato presentato in anteprima da Open il 31 marzo 2018.

Per l’occasione abbiamo avuto l’onore di avere protagonista il prof. Melanio da Colìa, il nostro illustre erudito di mali dell’Anima, fantomatico autore dell’opera.

#open crew.jpg

Il prof Melanio Da Colìa con i protagonisti della presentazione

Un Grazie favoloso a tutti gli amici che hanno reso possibile questa straordinaria occasione:

Il Mastro Alfredo Guglielmino, il maniante Calogero La Bella e tutto lo staff di Cartura, Savi Manna per aver dato voce all’esimio professore, Giuseppe Lombardo, fautore della Divina Proporzione dell’opera, qui anche nelle vesti di fotografo, Tommaso Ferrara e la crew di Hoblot per rendere una festa l’occasione, Francesco Russo e tutto gruppo di Peruzzo Editoriale, Sade Patti, nostra sorridente complice, Paola Greco, e il gruppo di Open, magnifica ospite della prima, Daniele Salomone e i suoi 88 tasti, la sua bella Elisabetta Nicolosi per averci versato da bere.

E i tantissimi amici e avventori che hanno festeggiato con noi questa bellissima “Prima“.

_-11.jpg

Gli autori con Francesco A. Russo di Peruzzo Editoriale

_-5.jpg

Gli avventori

_-78.jpg

Mastro Alfredo con il Prof. Melanio Da Colìa

_-88.jpg

Il maniante Calogero dimostra gli effetti del “Perdere la Testa”

_-112.jpg

Andrea e Tommaso, nelle vesti dei djs

_-113.jpg

Gli autori felici

_-50.jpg

Francesco A. Russo di Peruzzo Editoriale con Paola Greco, la nostra magnifica ospite

_-44.jpg

Sade dispensa il “Trattato”

_-120.jpg

La partitura composta dal Maestro Cappelli

_-104.jpg

Daniele ed Elisabetta al bar

Open doors.png

Gli avventori

Senza categoria

Press: La Sicilia >> Blog >> Sicilian Comedi

 

L'UNICO VERO DADA CATANESE. ANDREA PENNISI: TRATTATO DI ANATOMIA EMOZIONALE, DALLE 18.00 ALL'OPEN CATANIA
Esce il primo libro di Andrea (lapis/lapsus o come vuole lui) Pennisi, con le molto belle illustrazioni di Virginia Caldarella (da vedere). Andrea è un personaggio noto a Catania. Dice del suo libro che è un “divertissement”. E in effetti Andrea, nelle sue molte incursioni artistiche performative antani è stato il primo a interpretare la vera essenza culturale catanese, che Andrea riesce a nobilitare in qualche maniera in una forma personale di dadaismo e che però – purtroppo – ha dato seguito a una serie di epigoni che vogliono fare arte senza correre il rischio di essere presi sul serio per paura di non essere apprezzati, che si autostroncano prima che lo facciano altri, che sapendo di non avere valore artistico si tolgono il seggiolino da sotto il culettino da soli così possono fare gli artisti da pub. E la colpa è tutta di Andrea Pennisi. In questo il suo sovvertimento di valore ha funzionato: ha fatto impazzire una generazione di catanesi frustrando ogni ambizione artistica (e in questo ha fatto benissimo) e suggerendo loro la supercazzola come unica forma di vera espressione del sé catanese. Se la Catania aspirante hipster, aspirante musicista, aspirante videomaker, aspirante performer, aspirante aspirante, aspirante moltissimo, è una ciofeca il merito e la colpa è appunto di Andrea Pennisi. L’unico vero dada catanese. Il resto è un bastone nel culo.
ottavio.cap@gmail.com
Senza categoria

Press: Vivere Giovani

Vivere >> Libri

IL MANUALE

Trattato di Anatomia Emozionale, così “parla” il corpo

30/03/2018 – 17:11 di Manlio Vucotich

__________________________________________

Grazie al “giuoco della parola e all’arte del disegnar” è nato il Trattato, un’invenzione del giornalista e musicista catanese Andrea Pennisi e della disegnatrice etnea Virginia Caldarella. Sabato 31 marzo la presentazione a Catania, tra parole, disegni, performance e musica dal vivo, poi un tour in Italia

Gli autori Virginia Caldarella e Andrea Pennisi: «Noi, esploratori dei misteri dell’anima e dello spirito, siamo lieti di presentare questo Trattato rinvenuto negli anfratti dell’anima del fantomatico scienziato Melanio Da Colìa, ricercatore di mali e terapie emozionali. Questo immaginifico “Trattato” potrebbe definirsi un manuale terapeutico per guarire dai mali dell’anima, ad uso di tutti “gli amanti, del corpo e dello spirito»

trattato_di_anatomia_emozionale

Trattato di anatomia emozionale di Andrea Pennisi e Virginia Caldarella

Il Trattato di Anatomia Emozionale è un libro dedicato agli agli amanti, del corpo e dello spirito. Un’invenzione del giornalista e musicista catanese Andrea Pennisi e della disegnatrice etnea Virginia Caldarella, ispirata dalla magia e dal sogno, scritto col «giuoco della parola e l’arte del disegnar» come sottolineano i due autori. Formule scientifiche, ricerche, sperimentazioni, terapie, rimedi, protocolli, ricoveri, pozioni, sortilegi, miracoli, stragi. Dal “Trattato di Anatomia” di Leonardo Da Vinci ad oggi, si è̀ detto e fatto di tutto intorno al corpo e su come funziona ma le scienze, anche le più̀ alternative e illuminate, hanno sempre lasciato un vuoto enorme, alla base dello “stare bene”: l’emozione.

Andrea e Virginia alle 5 Terre

Andrea Pennisi e Virginia Caldarella

Gli autori: «Noi, esploratori dei misteri dell’anima e dello spirito, nel tentativo di colmare questa enorme lacuna, siamo lieti di presentare questo Trattato di Anatomia Emozionale, rinvenuto negli anfratti dell’anima del fantomatico scienziato Melanio Da Colìa, ricercatore di mali e terapie emozionali. Ispirato (o forse ispiratore) dal trattato di anatomia di Leonardo e dalla Teoria Umorale di Ippocrate, il Prof. De Colìa ha sezionato, analizzato, approfondito, descritto, illustrato e spudorato i meccanismi chimici delle emozioni e gli inconvenienti che ne derivano, provando e sperimentando le controindicazioni sulla sua stessa pelle. Le tavole illustrano i “mali” tipici del poeta e del sognatore, il desiderio e la paura, i veleni e gli antidoti, che animano e contaminano la nostra ”Anatomia Emozionale”».

Kiki, la prima copia

Virginia Caldarella e il Trattato di Anatomia emozionale

Diagnosi, rimedi, trucchi e complicazioni sono suggerite da luminari delle arti, delle scienze esatte, del pensiero, del mito, della fantasia e dell’Immaginazione, attraverso una raccolta di fatti, miti e leggende, vere o mistificate, a volte totalmente inventate, alla ricerca dell’elisir dell’amore e dell’immortalità. Gli autori: «Questo immaginifico “Trattato” potrebbe definirsi un manuale terapeutico per guarire dai mali dell’anima, ad uso di tutti “gli amanti, del corpo e dello spirito, e altri complicazioni». Il Trattato di Anatomia Emozionale è stato presentato in anteprima il 12 settembre scorso al The Drawing Center di New York all’interno della rassegna The Stone at TDC: Music & Visuals di John Zorn.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=2qrASbvMnnY&w=560&h=315]

Adesso il Trattato (sul web https://trattatoanatomiaemozionale.wordpress.com ), pubblicato da Peruzzo Editore, verrà presentato in un vero e proprio tour nazionale.

Si comincia sabato 31 marzo all’Open di Catania. Ricco il programma della serata. Dalle ore 18 esposizioni delle tavole originali di Virginia Caldarella. Alle 19 la presentazione dell’opera, dileggeranno con gli autori Alfredo Guglielmino, artista e Francesco Russo, scrittore. Blitz artistici di Cartura, maniante Calogero La Bella, letture di Savì Manna. Special guest: il fantomatico Melanio da Colìa. A seguire: Attratto da Anatomiche Emozioni. Studio #1, azione di oggetti, immagini e suoni in movimento, concept di Alfredo Guglielmino e Vj Lapsus; Emotional Reaction, emozioni musicali a cura di Hoblot con Danny b piano blues e boogie e dj Fransuà, rhytm’n’jazz blues soul & latin grooves, visuals di Vj Lapsus.

scittorio di Melanio con Leonardo

 Scrittorio di Melanio Da Colìa con Leonardo

Le altre date.

Giovedì 5 aprile, ore 19, Minimum Fax – ContestaRockHair, Piazza di Santa Maria Liberatrice 46 – Testaccio, Roma. Dileggiano con gli autori: Alessandra Laganà, artista; Lorenzo Menini, Peruzzo Editoriale.

Sabato 7 aprile, ore 20, Elastico fa/ART, Via dell’Arcoveggio, 49 Bologna. PROT!: Mostra tavole originali di Virginia Caldarella e performance audiovisiva di Andrea Pennisi (aka Vj Lapsus) ispirata al Trattato di Anatomia Emozionale, live Les Parapluies

Venerdì 13 aprile, ore 18,30, nb:notabene, via Luigi Des Ambrois 2/E, Torino. Dileggiano con gli autori: Stefano Faravelli e Fabio Zanino, artisti.

Sabato 14 aprile, ore 18, Libreria Verso, Corso di Porta Ticinese, 40, Milano. Dileggiano con gli autori: Samuele Mazza, designer; Bo 130, artista. Letture: Carlo Gandini. Blitz sonori di Sergio Montemagno

Sabato 21 aprile, ore 18.30, Modo Info Shop, via Mascarella, 24/b, Bologna. Dileggiano con gli autori: Maurizio Finotto, regista.

Il Trattato di Anatomia Emozionale è stato selezionato da BACAS (Borghi Antichi Cultura Arti Scienze) per la Exibit internazionale che si terrà al Castello Macchiaroli, Vallo di Diano (Sa), dall’8 giugno al 30 settembre.

Senza categoria

Press: Letto, riletto, recensito!

TRATTATO DI ANATOMIA EMOZIONALE – VIRGINIA CALDARELLA E ANDREA PENNISI – PERUZZO EDITORIALE

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=CyziZcEHLAI&w=560&h=315]

Trattato prima pag

 

Se Emil Cioran invitava a scrivere il peggio dei propri nemici al fine di star bene con se stessi, i creatori del Trattato che presentiamo, sovvertono le emozioni e l’anatomia del corpo mandando al diavolo disperazioni e paure, con una burla che diventa scienza. Libro da lode. Non c’è nulla da aggiungere se non invitarvi al tour in anteprima che partirà il 31 marzo da Catania, presso OPEN in Via Porta di Ferro, 38, per il libro di Virginia Caldarella e Andrea Pennisi. Battesimo con un editore tra i migliori d’Europa: Peruzzo Editoriale!

Autori: Virginia Caldarella e Andrea Pennisi
Titolo: Trattato di anatomia emozionale. Dagli studi di Melanio di Colìa
Editore: Peruzzo Editoriale
Prezzo: € 24,00
Pagg.:   80
Voto: 10 e lode

_____________________________________

L’AUTORE SI RACCONTA – VIRGINIA CALDARELLA E ANDREA PENNISI CON APPENDICE AL “TRATTATO DI ANATOMIA EMOZIONALE”
21 MARZO 2018 di Salvatore Massimo Fazio
Andrea e Virginia alle 5 Terre

Due stelle, due personaggi (catanesi), due apolidi (metafisici?detto alla maniera di Cioran?), due artisti. Si reinventano, scrivono un trattato di anatomia, emozionale. Che significa? Tanta roba, tanto che Peruzzo editore (editoriale, nello specifico) li edita e produce. Un tour, bellissimo, carico, pieno, in diverse città, stranamente dove il nostro direttore ha vissuto. Un tour che si battezzerà a Catania, presso OPEN in via Porta di ferro, 38, che la leggendaria Paola Greco ha messo su. Il 31 marzo, inizia l’avventura (alleghiamo la locandina con i primi incontri in giro per lo stivale). Di qualcosa che abbiamo avuto piacere e onore di vedere in anteprima… e allora non li intervistiamo e chiediamo loro di raccontarsi facendoli entrare nella prestigiosa rubrica del nostro blog Letto, riletto, recensito!, “L’autore si racconta”. Sarebbero, Virginia e Andrea, gli autori. Lo sono e si raccontano in anteprima per il blog più bello di Sicilia. Ma non solo, ci raccontano i primi step di idea del libro… e noi gongoliamo. Buona lettura.

LOCANDINA tour 2018 webVirginia Caldarella
Catanese, montatrice video, vivo a Bologna, e sono un’appassionata di arte da sempre.

Da piccola la consideravo un piccolo rifugio fatto di diari, colori di tutti i tipi, musica e piccoli mondi che si creavano uno dentro l’altro, in maniera concentrica. Mi piaceva esplorarli e perdermici.

Anche adesso è così, solo che in questo caso, i piccoli mondi interiori si sono palesati all’esterno, creando un lavoro che li rappresenta.

Ho sempre seguito gli studi artistici, dal liceo fino all’accademia di belle arti, prima a Catania, poi a Bologna, discostandomi un po’ dal disegno per avvicinarmi al mondo della fotografia, del cinema e del montaggio video, settore in cui adesso lavoro. L’amore per il disegno però non l’ho mai abbandonato, e tramite una piccola scintilla avuta una notte per caso, è nata l’idea di questa serie di disegni che hanno poi ispirato il Trattato.

Realizzare un libro da zero è stata una bellissima esperienza, che non vedo l’ora di ripetere, e che mi ha permesso di vestire in maniera “ufficiale” i panni dell’illustratrice. Adoro il violoncello, sogno di avere prima o poi una piccola casetta/laboratorio artistico affacciato sul mare.

le prime copieAndrea Pennisi
Editore, produttore, direttore artistico, video artista, performer, musicista rumorista, dj/vj, improvvisatore involontario, provocatore artistico errante e scrittore peripezista.

Conosciuto in Sicilia come Andrea Lapis, dal nome della testata storica che ho ideato ed editato per oltre 20 anni, e più recentemente, nei palchi e contesti performativi a più ampio raggio geografico, Andrea Lapsus, in quanto in scena le cose migliori le ho fatte per errore.

Appassionato di musiche possibili, interazione tra suoni e immagine, mapping visuali e sonori, commistione di linguaggi, arte e artifizi, danze immobili, alchimia emozionale, giuoco creativo, empatia interattiva,  equilibri precari, scienze implausibili, stupore fatale, matematica del fato e serie burle, ultimamente mi dedico alle terapie dell’anima, approfondite qui nel Trattato di Anatomia Emozionale, mia opera prima da autore letterario, primo titolo di una collana dedita a improbabili panacee dello spirito, impersonando nella scrittura il fantomatico prof Melanio da Colìa.

Trattatato di Anatomia Emozionale Copertina webCom’è nato il Trattato

Tutto è fatale, e il fato non è un caso. Con Virginia ci siamo incontrati in condizioni tragicomiche a dileggiare di formule emozionali e possibili terapie a mali incurabili: I moti de core. Galeotto fu un nodo alla gola conseguente ad un sfarfallamento nello stomaco.

Entrambi esploratori dei misteri dell’Anima e dello spirito, proiettati poi improvvisamente lontani nello spazio, abbiamo affrontato le complicazioni di queste fatalità coniugando le Arti Inaudite e le Scienze Implausibili. Una ricerca epistolare estrema, per “Modo di Dire”, che ci ha spinto a “illustrare” sintomi e farneticare sulle cause dei vari inconvenienti anatomici, i traumi che essi provocano, i loro possibili rimedi.

Ispirati dal Trattato di Leonardo, abbiamo approfondito tali studi, saccheggiando saperi e misteri di illustrissimi e mirabili Maestri, dalla Teoria Umorale di Ippocrate alla fisica quantistica di Michio Kaku, dalla Romanticismo mitologico all’Inauditesimo contemporaneo, unendo il ludico al dilettevole.

Smarrendoci in questi appassionanti studi, alla ricerca di teriache e panacee alle passioni che tormentano l’anima in questo incauto e insidioso mondo, abbiamo così riportato alla luce questo prodigioso “Trattato”, rinvenuto negli anfratti dell’anima del fantomatico scienziato Melanio Da Colìa, erudito di mali e terapie emozionali, redatto in epoche immaginifiche e celato fino ai nostri giorni dai dotti delle scienze razionali.
Tutto qui, una semplice “invenzione, ispirata dalla magia e dal sogno, scritto versando lacrime e risa, col giuoco della parola e l’arte del disegnar”.

Senza categoria

Grazie a:

scittorio di Melanio con Leonardo.jpg

Leonardo per l’ispirazione, Ippocrate per le sue teorie, 

Giuseppe Lombardo per la divina proportione, Eva Scornavacche per la consulenza psicologica, John Zorn per l’invito americano, The Drawing Center e Amber Harper per la prima accoglienza, Marco Cappelli per suoni e partiture, Denver Butson per la voce, Emiliano Anselmi e Moh Aroussi per tradurci, Pietro Costa per gli spunti, Lynn Umlauf per l’entusiasmo, Syusy Blady per suggerirci, Lorenzo Menini per averci creduto, Silvia Salomoni per lo slancio, Anna Lombardi e Filippo Marino per i suggerimenti, Gianni Branciforti per il regalo anatomico, Microbo e Bobo per l’incitamento, Lucia Cammarata per le antenne fuori porta, Max La Porta per alchemizzarci, Alfredo Guglielmino per perseverarci, Savì Manna per interpretarci, Vince Cammarata, Guido Bosticco e Claudio Visentin, Domenico Cogliandro per l’aggancio fuori porta, Stefano Faravelli per averci preso alla lettera, la famiglia per averci sopportato, gli amici per averci supportato, Pino Di Maria per sollecitarci e Venus ed Eros per averci posseduto, e a tutti gli amanti, velati o svelati, per averci donato le gioie e i dolori che hanno ispirato quest’Opera.