Home

Condividi -

Trattato di Anatomia Emozionale

“In virtùde del suggellar la risultanza dei magnifici studi di Scienze Emozionali e Arti Implausibili, condotti con illustrissimi cari Maestri, illustriamo quest’opera pensante fatta di segni e di parole, atta a dar voce alle emozioni, unendo il ludico al dilettevole”. Melanio Da Colìa

Sezione Aurea dell’Homo Amurensis

Il Trattato di Anatomia Emozionale è un progetto artistico totale. È un libro, una mostra, un laboratorio in continuo divenire, e un Simposio, performance che unisce disegno, parole, musica d’improvvisazione, teatro, video arte e arti performative.

Ispirato dal trattato di anatomia di Leonardo, attribuito al fantomatico Prof. Melanio da Colìa, erudito di “mal di passione”, è un omaggio alla lingua italiana e ai suoi modi di dire popolari, dedicato ai Miti di Afrodite e di Eros.

“Un invenzione sulle amabili faccende d’amor, ispirata dalla magia e dal sogno, col giuoco della parola e l’arte del disegnar”.

Nato come progetto espositivo performativo, con le illustrazioni di Virginia Caldarella e parole, suoni e visuals di Andrea Pennisi, il progetto è stato presentato in anteprima il 12 Settembre 2017 al The Drawing Center di New York per “The Stone at TDC: Music & Visuals” organized by John Zorn.

Il Prof. Melanio Da Colìa realizzato da Cartura con una copia del Trattato

A Marzo 2018 viene pubblicata la prima edizione del Trattato di Anatomia Emozionale (Peruzzo Editoriale), presentato in anteprima il 31 Marzo 2018 all’Open di Catania con la complicità di Cartura, seguito da l’Anatomia Emozionale Tour con oltre 40 date, in Festival, club e librerie, incontrando formidabili Maestri della Parola, delle 7 Note e delle Arti Sceniche.

Nel 2019 debutta a teatro il Simposio d’Anatomia Emozionale, prima produzione di M.A.L.A.e Cartura, con la regia di Andrea Pennisi e Alfredo Guglielmino, che unisce disegno, parola, teatro di figura, musica d’improvvisazione, danza e video arte.

A Luglio 2019 il Trattato di Anatomia Emozionale viene riedito in una nuova favolosa veste, con Lunaria Edizioni e il sigillo di M.A.L.A..

Guarda il Video Promo del Simposio d’Anatomia Emozionale su Youtube


Anatomia Emozionale Tour 2019:

Come le carovane degli artisti girovaghi di inaudita memoria, la congrega capitanata dal Prof. Melanio Da Colìa errabonda per il Bel paese raccogliendo favolosi e bizzarri personaggi, artisti e illuminati incontrati nella via, alla ricerca di favolose occasioni per illustrar la magnifica risultanza degli Studi di Scienze Emozionali e Arti Implausibili contenute nel Trattato di Anatomia Emozionale.

~

Domenica 20 Ottobre 2019 il Trattato di Anatomia Emozionale viene presentato da Marta Aiello alla prima edizione del Marzamemi Book Fest, in programma dal 18 al 20 Ottobre 2019 nel borgo marinaro più a Sud d’Europa… (leggi di più)

~

Giovedì 5 Dicembre 2019 presentazione del Trattato di Anatomia Emozionale alla Libreria Salvemini: Centro Culturale, Attività Olistiche, Esoterismo a Firenze … (leggi di più)

Info e contatti: Tel. +39.3287534162 – trattatoanatomiaemozionale@gmail.com


Nasce Lunaria Edizioni

La nuova favolosa edizione del Trattato di Anatomia Emozionale, pubblicata il 15 Luglio 2019, è edita da Lunaria Edizioni, stralunato marchio editoriale neonato in seno all’Associazione Gammazita, nonché “il Teatro delle Bizzarrie” a cui affidiamo le invenzioni stampate dal M.A.L.A.. Potete scovarlo dai librai più audaci ed appassionati della vostra città.

Lunaria è l’ultima preziosa arrivata in casa #Gammazita. Una piccola casa editrice indipendente, luogo di incontro tra ricerca della qualità narrativa e i desideri dei lettori, angolo di quartiere ove risiede il frammento di parola.

Info e prenotazione libraie:
lunariaedizioni@gmail.com Tel.: +39.3283680974

Attenzione: questo trattato non è una ricerca medico scientifica, bensì opera della fantasia ad uso ludico artistico e letterario. Patologie, sintomi e rimedi realmente accaduti sono da considerarsi mere fatalità.

Ecco cosa dicono sul Trattato di Anatomia Emozionale: 

“Nel prendere alla lettera, si tratti di calembour, rebus o altra arguzia di parola e/o immagine, il fraintendimento genera un nuovo intendimento e in questo salto, ci coglie un fremito di letizia”. Stefano Faravelli, autore della prefazione del Trattato di Anatomia Emozionale

“Un’opera divertente, audace, ironica, ma anche poetica, vale la pena leggerla e ammirarla in tutta la sua pienezza, ed ecco perché abbiamo scelto di pubblicarla”. Daniele Cavallaro – Lunaria Edizioni

“Un volume un po’ saggio un po’ opera d’arte costruito intorno all’espediente manoscritto del manoscritto ritrovato”. Anna Lombardi – Il Venerdì di Repubblica

Laddove sembra esserci un’enorme distanza tra teorie scientifiche e teorie spirituali, valorizzare le emozioni e studiarle come meccanismi fisici e imprescindibili è l’unico modo per considerare questi due aspetti tutt’altro che inconciliabili”. Benedetta Barone – Youmanist

“Per dimostrare che nei meandri della mente riecheggiano mali e malanni. Oltre ai tarli che rosicchiano i sentimenti”. Gabriella Cantafio – Vanity Fair

Un coinvolgente viaggio illustrato alla scoperta delle innumerevoli patologie emozionali”. Ilenia Adornato – IllustraCult

“Un’operazione attraente e fantasmagorica, giocosa e non ingenua, con cui questa nuova casa editrice catanese Lunaria, fa il suo trionfale ingresso nella comunità editoriale“. Marta Aiello – Palermograd

“Un volume gustoso e divertente che incontra, accanto alla stilo dadaista di Pennisi, la sensibilità visuale di Caldarella. Si direbbe un nuovo e serissimo trattato del Gray ma è scoprendo le tavole che si svelano le diagnosi ludico narrative celate all’interno”. Paola Pluchino – Exibart

“Ne pubblichiamo alcune tavole che illustrano e raccontano i Modi di dire legati al “mal d’amore” e ne scopriremo il significato e la storia attraverso le definizioni che ne danno gli strumenti lessicografici storici o contemporanei”. Accademia della Crusca

“È un’opera singolare, volta a percorrere le varie tappe dell’innamoramento, ciascuna delle quali, indicata da un Modo di dire, viene descritta come parte di una “malattia dalla quale non val la pena guarire.” Giovanni Lo Porto – Sicilia NetWork

“Lo leggevo lentamente, ne prendevo un pezzo alla volta perché mi trasportava in mondi onirici e riflessioni profonde. Complimenti per questo capolavoro”. Carlo Taglia – Vagamondo

“Non è un libro di anatomia. Non è un libro di filosofia. Non è un libro comune. Prende l’anatomia la interpreta emozionalmente andando a cercare l’etimologia di detti comuni riferiti al nostro corpo e ai nostri stati d’animo! Amo questo libro! Ogni tanto me lo sfoglio quando sono sola e voglio sognare un po’”. Serena Cascella – Un libro tira l’altro ovvero il passaparola dei libri.

“L’originalità del testo e l’affabulazione delle immagini, nella splendida cornice intellettuale che circonda la rappresentazione emotiva, ci conducono al confine e oltre della ragione limitante e limitata.” Giuseppe Grasso Leanza, autore

“Nello spazio tra il fraintendimento e un nuovo intendimento si annida lo stupore! Da leggere e guardare, in solitudine e in compagnia, grande spasso assicurato.” Mariagiorgia Ulbar, autrice

“La finzione e funzione ed enfasi carnecialesca del sintomo. Essa non conosce confini, né limiti di cornice, essendo linguaggio del magico e dell’irrazionale”. Francesco Cusa, autore

“Si tratta di un libro prezioso, immaginifico, ironico, multi e interdisciplinare, da sfogliare con stupore”. Rita Lugaresi, autrice

“È per chi si sente un po’ mago un po’ strega, per chi ama le civette e altri strani e meravigliosi animali, per chi gioca con le parole e con i simboli. Per chi gioca, seriamente”. Barbara Mileto, autrice

Vedi gli articoli pubblicati dalle testate più audaci nella sezione Press!

oroborus disegno scontornato
Oroborus